CALCIO INTERNAZIONALE Le gemme in arrivo nel 2022

Kylian MbappéErling Haland sono i due giocatori più preziosi al mondo in questo momento. Il francese ha 23 anni e l’attaccante norvegese 21. Entrambi sono i protagonisti di oggi e di domani, ma chi viene dopo Mbappé e Haaland?

La lista dei calciatori, ancora giovani, che seguono la strada delle due stelle è lunga: Vinicius, Foden, Sancho, Pedri, Bellingham, Mount, Alphonso Davies, Havertz, Vlahovic, Ansu Fati, João Felix, Ferran, Musiala, Camavinga… ma in questa stagione i calciatori emergenti non vanno persi di vista per il futuro. Stanno già diventando il nuovo Cristiano o Messi e quest’estate sposteranno diversi milioni di euro. Queste le promesse del 2022.

Florian Wirtz (18, Bayer Leverkusen)

Il nuovo gioiello della Germania. La partenza di Havertz è stata ottima per lui per esplodere e aumentare di peso nella squadra tedesca. Segna gol facilmente. È un esempio del nuovo sangue che si è insediato nella squadra tedesca.

Florian Wirtz.

Buyako Saka (20, Arsenal)

Una delle stelle che Arteta lucida sotto il suo comando. Centrocampista sinistro con molte capacità di assistere e creare occasioni pericolose. Southgate ha visto rapidamente il suo talento ed è già un appuntamento fisso con l’Inghilterra, con la quale si esibisce in modo fenomenale. Al suo debutto, ha giocato occasionalmente come terzino sinistro.

Jonathan David (21, Lilla)

Foto di Jonathan David

Un attaccante su cui stanno già volando grandi squadre europee. Nato a Brooklyn, New York, ha esordito a 18 anni nella maglia del Canada con cui ha battuto i record. Dopo essere stato il capocannoniere del campionato belga con il KAA Gent, il Lille ha speso 27 milioni di euro per i suoi servizi. In Francia ha migliorato le sue prestazioni e ogni giorno va oltre.

Gavi (17, Barcellona)

foto di Gavi

Pablo Martín Páez Gavira, la rivelazione del Barça e della squadra spagnola. Dotato di una personalità impetuosa e brutale, si è adattato meravigliosamente al gioco culé ea quello de La Roja. È atterrato in piedi nel calcio professionistico. È difficile porre dei limiti alla sua proiezione.

Aurélien Tchouaméni (21 anni, Monaco)

Il suo nome sta già risuonando per rafforzare le squadre più forti dello spettro calcistico la prossima estate. compreso il Real Madrid. Perno molto fisico che si distingue per posizionamento e intelligenza quando si tratta di fermare il gioco offensivo avversario. Molto difficile da battere. Il Monaco ha speso 18 milioni di euro nel 2020 dopo aver brillato ai Girondins (che ora vale il triplo). Abituato fin da bambino alle categorie inferiori della Francia, Deschamps ha esordito con la squadra maggiore dopo l’ultimo Campionato Europeo. Ha iniziato e segnato ad alto livello nella finale della Nations League contro la Spagna.

Chuameni

Emile Smith Rowe (21, Arsenal)

Foto di Emile Smith-Rowe

Brutale è la sua stagione. Ha risposto alla fiducia di Arteta e sta diventando un grande calciatore. Sbilanciato, con visione del gioco e capacità di segnare gol. Ha tutto. La scorsa stagione ha già dato un tocco delle sue qualità, ma è in questa che è esploso. Livello che gli ha permesso di esordire con l’Inghilterra lo scorso novembre.

Antonio (21, Aiace)

foto di Antonio

Il brasiliano è il giocatore in franchising dell’Ajax. La scorsa stagione è stata già una boccata d’aria fresca per il calcio europeo. Si è adattato meravigliosamente all’Ajax del calcio brasiliano. I quasi 16 milioni di euro che ha pagato al San Paolo sembrano davvero pochi vista la performance attuale. Fiducioso, incisivo e brillante sotto porta. Ha una cotta per Klopp che vuole ingaggiarlo a tutti i costi per il Liverpool.

Karim Adeyemi (19, FC Salisburgo)

Foto di Karim Adeyemi

L’attaccante tedesco ha fatto scalpore in Champions League nella fase a gironi con 3 gol in sei partite. Mezza Europa si attiene alla sua firma per l’estate. Con ampi margini di miglioramento, Flick si fida di lui e lo ha già coinvolto nel cambiare il volto della squadra tedesca. Trasferirà diversi milioni di euro quest’estate. Il Borussia lo vede come il sostituto perfetto di Haaland.

Yeremi Pino (19, Villarreal)

Insieme al connazionale Pedri e Gavi una delle apparizioni più emozionanti del calcio spagnolo. Quest’anno è stato dedicato al Villarreal de Emery. Spettacoli brutali che bussano alle porte della Roja. E non ha deluso. La sua velocità, soprattutto sulla fascia, e la sua mobilità sono le sue due armi migliori.

Jeremy Pino.

Jurrien Timber (20, Ajax)

Foto di Jurrien Timber

In sole due stagioni è già un appuntamento fisso al centro della difesa dell’Ajax. Difesa potente, con un buon tocco di palla e molto veloce. Molto maturo per la sua età. È già internazionale nonostante in Olanda debba dividere lo spogliatoio con Van Dijk, De Ligt e De Vrij. Lascerà presto l’Eredivisie.

Gabriel Martinelli (20, Arsenal)

foto di Martinelli.

Il brasiliano forma, con Saka e Smith Rowe, il revival dell’Arsenal. È tornato al livello che aveva mostrato nella stagione 2019-20 poco prima di infortunarsi gravemente al ginocchio. Molto rapidamente, quando prenderà abbastanza terreno per decidere sempre l’opzione migliore, sarà un calciatore molto importante in Premier League.

Charles De Ketelaere (20 anni, Bruges)

Foto di Charles De Ketelaere

Il Belgio è nel suo periodo d’oro con Hazard, De Bruyne, Lukaku, Mertens… ma il futuro non è così cupo. Il centrocampista del Brugge è un diamante grezzo. Con una pianta brutale, ha già dato un assaggio delle sue qualità contro grandi avversari. Ha una gamba sinistra squisita, a cui bisogna aggiungere un’incredibile facilità nel segnare gol.

Conor Gallagher (21, Palazzo di Cristallo)

Foto di Conor Gallagher

La piacevole sorpresa del Presidente del Consiglio. Il centrocampista è esploso nelle fila del Crystal Palace dove è in prestito dal Chelsea. Sei gol di cui più belli e trascendenti, che gli valsero la qualificazione di rivelazione della stagione per il momento nel calcio inglese. Southgate lo ha già convocato per la squadra inglese.

Julian Alvarez (21, River Plate)

Il calciatore più ricercato del campionato argentino. Il nuovo Higuaín è già soprannominato lui. Difensore centrale che ha la porta opposta tra sopracciglio e sopracciglio. Nessuno dubita che farà il salto nel calcio europeo quest’estate. Manchester United e Bayern Monaco sono in pole per ingaggiarlo. Scaloni gli ha già dato l’alternativa con l’albiceleste.

Julian Alvarez, con River.

Giacomo Raspadori (21, Sassuolo)

Foto di Giacomo Raspadori

Uno dei nuovi talenti offensivi del calcio italiano. Lo stile di gioco selvaggio del Sassuolo gli si addice perfettamente. Pícaro, molto veloce con la palla, ha anche un talento per i gol. A breve volerà dal Sassuolo verso le squadre più pesanti. È quasi un must nel Nazionale.

Mohamed-Ali Cho (17 anni, Angers)

Foto di Mohamed Ali Cho

Una delle sensazioni della Ligue 1 in questa stagione. Molto giovane… e molto bravo. Proveniente dall’accademia giovanile di successo del PSG, ha trovato un posto ad Angers dopo un breve periodo con la squadra giovanile dell’Everton. Ala molto veloce e molto abile. Potrai giocare in futuro con Inghilterra e Francia. erano i il blues che al momento lo hanno convocato per la Francia Under 21.

Piero Hincapie (20, Bayer Leverkusen)

Foto di Piero Hincapie Reyna

Promettente difesa ecuadoriana. Molto fisico e con una vocazione offensiva. Non si raggrinzisce quando si tratta di essere smussato dietro. Fa già parte della squadra ecuadoriana. Non ha accusato il colpo inferto dal campionato argentino (Officine) alla Bundesliga. Ha la capacità di essere un’ala con una lunga storia nel calcio continentale.

Yari Verschaeren (20, Anderlecht)

Con De Ketelaere, le due future stelle belghe. Il giocatore dell’Anderlecht è meno offensivo del connazionale, anche se nonostante la giovane età conosce perfettamente i pro ei contro della posizione di centrocampo. Gli è molto affezionato nel calcio italiano e molte squadre hanno colto la sua firma. Roberto Martínez gli ha già offerto alcune partite con l’assoluto.

Nico Williams (19, atletico)

Uno dei nuovi volti dell’Athletic. Fratello minore di Iñaki Williams, l’esterno spagnolo non abusa del proprio fisico quanto suo fratello. Sa sfruttare le opportunità che Marcelino gli offre. Veloce, con qualità tecnica e obiettivo. Ha tutto per essere importante nella squadra di San Mamés.

Nico Williams dell’Atletico.

Ricardo Pepi (19, Augusta)

Foto di Ricardo Pepi

L’attaccante nordamericano ha appena firmato con la squadra tedesca dell’Augsburg. È preceduto dalla fama di marcatore. Di origini messicane, è già titolare nella squadra americana, se si adatterà velocemente alla Bundesliga potrebbe essere un giocatore di riferimento tra qualche anno. Le condizioni non mancano.

Felix Afena-Gyan (18, Roma)

Una delle scommesse di Mourinho sulla Roma. Calciatore ghanese, molto fisico e con una lunga storia che ha ancora molti margini di miglioramento. Sei mesi fa giocava nel suo paese d’origine. È l’occhio destro del tecnico portoghese. Lascia ogni goccia di sudore per non deludere Mourinho.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.