Camavinga non vuole “forzare” nulla

Guillaume MARION, Media365: pubblicato sabato 14 maggio 2022 alle 15:45

Mentre la sua prima stagione al Real Madrid è un successo complessivo, il francese Eduardo Camavinga nega di non essere abbastanza decisivo con i suoi nuovi colori.

Al Real Madrid, Eduardo Camavinga ha scoperto un nuovo mondo. L’ex giocatore del Rennes, oggi 19enne, ha infatti cambiato dimensione la scorsa estate impegnandosi nel merengue per 30 milioni di euro e bonus. Nonostante la forte concorrenza a centrocampo, dove deve lottare principalmente con Casemiro, Toni Kroos e Luka Modric, il francese ha giocato ancora 43 partite in questa stagione. A fine esercizio 2021/22 i risultati sono positivi per chi ha già tre selezioni per la squadra francese. Guidato dall’italiano Carlo Ancelotti, il numero 25 del Real ha già notevolmente aumentato il suo record, avendo vinto la Supercoppa di Spagna all’inizio di quest’anno e più recentemente La Liga. Alla domanda se la sua squadra fosse determinante, Camavinga ha ammesso principalmente che tra un gol e un assist preferisce la seconda opzione. ” È importante quanto segnare un gol ” ha affermato colui che è in ritardo su una grande vittoria contro il Levante (6-0).

Camavinga decisamente in maniera “invisibile”.

“Non avevo ottime statistiche a Rennes, ma spesso ero il penultimo anello. Ho cambiato marcia o impostato il ritmo giusto. Ma le persone non lo prendono mai. (…) Possono influenzare il gioco senza essere “decisivi” come lo sentiamo oggi. Ad esempio, puoi essere sulla difensiva. Ma è misurato un po’ meno statisticamente, quindi i fan ci prestano meno attenzione, Camavinga, che ha segnato due gol e due assist in questa stagione, ha poi continuato in un’intervista a France Football. Credo nel non forzare le cose. Le volte che ho segnato non mi sono detto che dovevo farlo. Puoi fissare obiettivi, sì. Ma non metterti sotto pressione. Ricordiamo che in pochi giorni i francesi potrebbero addirittura vincere un primo titolo di Champions League se il Real Madrid battesse il Liverpool il 28 maggio allo Stade de France.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.