C’è il vaiolo delle scimmie, ma non si è mai diffuso così rapidamente

L’epidemiologo Predrag Kon ha spiegato che “piccole epidemie” di vaiolo delle scimmie sono state registrate negli anni ’70, ma questa è la prima volta storicamente che la malattia si è diffusa così rapidamente tra gli esseri umani.

Kon ha detto a Pink Television che si tratta di “una malattia animale trasmissibile dall’uomo correlata alle scimmie, principalmente nell’Africa centrale e occidentale”.

“Era una malattia dei professionisti, delle persone che vivevano in Africa. È nella famiglia che include il virus del vaiolo”, ha detto Kon, aggiungendo che è “insolito chiedere ulteriore attenzione” che si tratti di casi di malattie di persone che non erano in viaggio ma erano con le persone infette in contatto. rivelato.

Ha sottolineato che mentre il vaiolo delle scimmie viene trasmesso “pelle a pelle” attraverso uno stretto contatto, può anche essere trasmesso attraverso le goccioline.

“L’attuale spaccato (di pazienti) è dominato dagli uomini e da coloro che hanno rapporti con gli uomini. La malattia è molto simile al vaiolo, con un tasso di mortalità molto più basso. Non c’è mai stato un tasso di mortalità in Europa”, ha detto a Kon.

Secondo lui, la Serbia è “attualmente in una situazione stabile” per quanto riguarda l’epidemia di coronavirus.

parole chiave


Giacinto Udinesi

"Secchione di bacon. Lettore generico. Appassionato di web. Introverso. Professionista freelance. Pensatore certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.