Correre di notte è più difficile per il corpo

Durante la giornata le persone spesso hanno troppi impegni, e chi vuole mantenere una buona dose di attività fisica tutti i giorni a volte non trova il tempo per farlo. Non volendo rinunciare ai loro obiettivi, cosa che non dovrebbero, si dedicano all’esercizio serale, e di solito è correre.

Se durante l’allenamento serale rimani rapidamente senza fiato, sudi copiosamente e noti che stai correndo più lentamente del solito, questo potrebbe essere uno dei motivi principali per cui lo sforzo percepito supera il tuo ritmo, scrive Men’s Health, citato da index.hr.

Secondo un recente studio condotto da ricercatori del KTH Royal Institute of Technology svedese, pubblicato in Giornale europeo di psicologia applicatacorrere di notte è in realtà più difficile e faticoso per il corpo.

I ricercatori hanno chiesto ai volontari di completare una serie di allenamenti di 10 minuti su un tapis roulant in quattro condizioni: con e senza un carico di 25 kg e con e senza benda. Il tapis roulant è stato impostato su un ritmo moderato.

I ricercatori hanno scoperto che il consumo di ossigeno, la respirazione e la frequenza cardiaca erano significativamente più elevati mentre i soggetti trasportavano il carico. Tuttavia, è interessante notare che questi valori sono aumentati quasi nella stessa misura quando si indossa la benda.

Suona un po’ strano che una benda sugli occhi possa aumentare lo sforzo, o almeno lo sforzo percepito, così tanto.

Sebbene camminare sia diverso dalla corsa e va notato che la benda dava più fastidio ai soggetti che camminare al buio, va ricordato che secondo la è in gran parte una risposta istintiva del corpo, che deve adattarsi a un ambiente più buio Scienziato.

parole chiave


Giacinto Udinesi

"Secchione di bacon. Lettore generico. Appassionato di web. Introverso. Professionista freelance. Pensatore certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.