Così vi abbiamo parlato della sconfitta dell’Alcaraz contro lo Zverev in quattro set (6-4, 6-4, 4-6, 7-6 (7)) nei quarti di finale al Roland Garros | Gli sport

Il viaggio di Alcaraz ai quarti di finale: paura contro Ramos e tennis formidabile. Per raggiungere i quarti di finale contro Alexander Zverev, Carlos Alcaraz ha superato una dura partita contro lo spagnolo Albert Ramos. Sulla corte Simonne-Mathieu, il Murcian ha vinto il primo set 6-1, ma ha perso i successivi due (7-6 e 7-5). Nel quarto set, Albert Ramos, che è mancino, ha avuto un match point sul servizio. Al rialzo (cioè ha servito da sinistra, verso il rovescio di Alcaraz), Ramos ha offerto il tipico servizio largo sinistro per attaccare il rovescio di Alcaraz, ma il suo primo servizio è stato mancato di poco. Ramos ha perso il punto con la seconda di servizio, e Alcaraz ha scavalcato l’abisso e ha finito per vincere la partita in cinque set (6-1, 6-7, 5-7, 7-6 e 6-4).

Da allora, Alcaraz ha notevolmente alzato il suo livello. Negli ottavi, in un match molto complicato contro il giovane americano Sebastian Korda – che quest’anno ha eliminato il Murcian a Monte-Carlo – Carlos Alcaraz ha dato un recital di tennis offensivo e ha concluso lo scontro in soli tre set (6 -4, 6 -4 e 6-2). Agli ottavi, più o meno lo stesso: ha battuto con autorità la russa Karen Khachanov (6-1, 6-4, 6-4) negli ottavi. con un tennis incredibile. Tra i punti che ha lasciato ce n’era uno particolarmente impressionante, un punto lunghissimo che il russo ha conquistato con una volenteroso — colpire la palla tra le gambe e tornare in rete — spettacolare.

Inoltre, al primo turno, ha eliminato l’argentino Juan Ignacio Londero (6-4, 6-2 e 6-0).

Lino Siciliani

"Guru del cibo. Tipico evangelista dell'alcol. Esperto di musica. Aspirante sostenitore di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.