Fine dell’attesa della Ferrari per la vittoria in F1. Leclerc ha trionfato in Bahrain dopo 910 giorni

Charles Leclerc ha interrotto i 910 giorni di attesa della Ferrari per il trionfo nella gara di Formula 1 del Gran Premio del Bahrain. Inoltre, la Scuderia ha festeggiato una doppietta a Sáchir, con Carlos Sainz Jr. al secondo posto.

La Ferrari ha celebrato per l’ultima volta il suo successo in F1 al GP di Singapore 2019 grazie a Sebastian Vettel. E ‘stato anche un doppio poi, Leclerc è arrivato secondo.

Lewis Hamilton con una Mercedes ha conquistato il terzo posto nel Gran Premio di domenica a Sáchir. Al contrario, per un’altra squadra del cuore, la Red Bull, la gara si è conclusa con una debacle. Né Max Verstappen né Sergio Pérez hanno raggiunto il traguardo.

Leclerc ha iniziato la gara dalla pole position e ha mantenuto il comando anche dopo la partenza. Solo il campione in carica Verstappen è stato in grado di seguirlo in gara. Dopo i primi pit stop, ha anche attaccato due volte Monačan, ma anche se ha preso il comando, il pilota della Ferrari è riuscito a ripagare l’attacco.

Da quel momento in poi, Leclerc si è assicurato il comando nel Gran Premio. La Red Bull non ha fatto nemmeno varie giocate tattiche, quando, ad esempio, ha finalmente optato per il terzo cambio gomme.

Al 46° giro, Pierre Gasly ha drammatizzato tutto, compreso il motore Red Bull della single station AlphaTauri che ha iniziato a bruciare. Una safety car è entrata in pista e tutte le differenze tra i piloti sono improvvisamente scomparse.

Ma Verstappen era già ostacolato da problemi di guidabilità in quel momento e non poteva maturare su Leclerc quando è ripartito. Gli si è invece avvicinato Sainz, che è arrivato in terza posizione.

A soli quattro giri dalla fine del Gran Premio, Verstappen ha dovuto fermare la sua monoposto a causa di una perdita di potenza. Qualcosa di simile è successo a Perez al penultimo giro.

Ha sbandato durante un duello ad Hamilton dopo che il suo motore si è spento. Il primo dei motori Red Bull, come ora vengono chiamati i motori Honda, non uscì a Sáchir. Tre dei quattro sono stati eliminati dalla partita prima del traguardo. Al contrario, i motori meno potenti della Ferrari hanno alimentato metà delle prime 10 auto lo scorso anno.

Ai box Ferrari, invece, regna la soddisfazione assoluta. Leclerc ha trasformato la decima pole position della sua carriera nella sua terza vittoria, Sainz ha eguagliato il suo miglior risultato in F1 con la seconda posizione.

Il terzo Hamilton è salito sul podio dopo la sua 183esima carriera. È stato seguito dal suo nuovo compagno di squadra di Silver Arrows, George Russell.

L’inizio della nuova stagione ha portato diversi risultati positivi per le squadre più in ombra. Kevin Magnussen ha festeggiato un inaspettato ritorno nella cabina di pilotaggio Haas al quinto posto, sostituendo il russo Nikita Mazepin poco prima della stagione.

L’ex partner di Hamilton Valtteri Bottas e l’Alfa Romeo sono finiti proprio dietro di lui. Chou Kuan-jü, il secondo pilota della squadra svizzera italiana, ha ottenuto il decimo posto al suo debutto in Formula 1. D’altra parte, McLaren e Aston Martin non avevano più punti per Sáchir accanto alla Red Bull.

La prossima gara è prevista per domenica 27 marzo in Arabia Saudita.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.