HEDNO sviluppa una soluzione tecnologica per gestire l’alto interesse degli investitori nel fotovoltaico – Istituisce una piattaforma di gestione automatizzata

HEDNO sta sviluppando una nuova piattaforma elettronica per “accogliere” le richieste di connessione di nuovi impianti fotovoltaici. Secondo energypress, l’operatore dovrebbe utilizzare la piattaforma, già in costruzione, per accelerare il processo per i potenziali investitori e fornire loro una panoramica dello stato della rete di distribuzione in ogni momento.

In questo contesto, gli investitori possono, ad esempio, verificare facilmente lo “spazio” elettrico disponibile nell’intera area per valutare in anticipo se è possibile ottenere condizioni di connessione in una determinata area, ma anche in quanto tempo circa. La piattaforma fornirà anche dati aggregati sul numero di domande presentate e quante sono in sospeso in un dato momento.

Allo stesso tempo, l’obiettivo dell’amministratore è semplificare la trasmissione delle richieste di connessione e introdurre automazioni che velocizzino l’elaborazione delle richieste. In questo modo, secondo la valutazione, potrà soddisfare più rapidamente l’interesse dei piccoli e medi investitori verso la “maturazione” del nuovo fotovoltaico garantendone la connessione alla rete di distribuzione.

Tale piattaforma, infatti, sarà un unico “ecosistema” informativo con lo strumento online che, come ha scritto energypress, accoglie le richieste di connessione dei sistemi di misura della rete da parte di clienti privati ​​e aziende. Le domande di connessione per il fotovoltaico agricolo vengono inviate a HEDNO tramite lo stesso ecosistema informativo.

Una relazione corrispondente è stata fatta ieri dal ministro dell’Ambiente e dell’Energia, Costas Skrekas, dalla sessione plenaria del Parlamento durante la discussione sull’attuale questione dell’accuratezza. Il Sig. Skrekas ha inoltre sottolineato che parte della “area” elettrica disponibile a livello nazionale è destinata esclusivamente alla misurazione della rete, che è assegnata a una delle suddette categorie di consumatori, confermando la relazione di energypress.

In effetti, ha aggiunto, l’obiettivo è avere uno “spazio” rilevante nelle aree con reti elettriche congestionate per poter implementare applicazioni simili nel prossimo futuro.

“Nel prossimo trimestre, HEDNO condurrà uno studio anche nelle prefetture dove le reti sono saturate, in modo da poter dividere e dare spazio energetico ad agricoltori, artigiani, trasformatori, famiglie e ovviamente altri. Quindi per dare a tutti uno spazio separato in modo che possano costruire il fotovoltaico e quindi consumare e produrre se stessi”, ha osservato in modo caratteristico il signor Skrekas.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.