I Balletti di San Juan creano la “Notte di Valpurga”

Balletti di San Juan presenta la sua stagione classica con la prima a Porto Rico del balletto “Noche de Walpurgis”, nella Sala René Marqués del Palazzo Santurce delle Belle Arti con tre recite venerdì 22 aprile e sabato 23 aprile alle 20:30 e domenica 24 aprile alle 17:30.

La stagione classica presenterà in anteprima quattro balletti, arricchendo così il repertorio dell’esperto gruppo artistico. Il pubblico potrà assistere alla prima a Porto Rico del balletto “Walpurgis Night” in una nuova versione coreografica di Adolfo de La Tobaattuale direttore artistico dei Balletti di San Juan.

Questo balletto in un atto è stato creato sulla musica del quinto atto dell’opera Faust di Gounod e si basa sul testo originale di Goethe.. La prima versione del balletto risale al 1859 e fu presentata per la prima volta a Parigi. Il libretto è incentrato sulla festa ancestrale che fa da cornice alla più folle evocazione del mondo antico e dei suoi miti dionisiaci dove non mancano Bacco, satiri e baccanti.

Per questa stagione, i Balletti di San Juan presenteranno una nuova versione del “Pas de dix” del “Ballet Raymonda”. Questo balletto emblematico, inquadrato nella musica di Glasunov e basato sul tema delle crociate, è una delle grandi creazioni del coreografo Marius Petipa.

Fin dalla sua nascita, il balletto è stato un classico essenziale per gli ensemble dedicati alla rappresentazione dello stile classico. Nel 1982, la fondatrice Ana García commissionò la produzione di una delle figure più famose della danza americana, il britannico Frederick Franklin. Per questa messa in scena, il balletto è stato recensito dalla direzione artistica.

I Balletti di San Juan aggiungono al loro repertorio il “Pas de deux” dal balletto “La Esmeralda”. La coreografia è stata rivista da Adolfo De La Toba e si basa sulla versione classica di Marius Petipa. Ispirato al romanzo del 1891 Notre Dame de Paris di Victor Hugo, questo balletto apparteneva originariamente allo stile romantico ed è stato creato nel 1844 dal coreografo francese Jules Perrot, con musiche del compositore italiano Cesare Pugni.

Sebbene ci siano dubbi sull’origine del “pas de deux” di questo balletto, gli specialisti lo attribuiscono a Marius Petipa. Per questa versione, De La Toba ha deciso di fare riferimento alla versione classica, perché si presta a mostrare il virtuosismo tecnico dei ballerini.

Questa stagione sarà caratterizzata da altri brani classici, che saranno eseguiti dalle figure di spicco Bárbara Hernández, Carla Curet, Andy Machín, Ricardo Joel Torres e José Rodríguez; con i solisti e l’esperto corpo di ballo dei Balletti di San Juan.

La scenografia sarà affidata all’architetto e ceramista Jaime Suarez e il progetto illuminotecnico a Orlando Carreras. Il tutto sotto la direzione artistica di Adolfo de La Toba e del team di lavoro dell’illustre azienda che sta per festeggiare il suo 70° anniversario.

Per ulteriori informazioni, chiama il 787-725-9140 o accedi a Les Ballets de San Juan su Facebook o Instagram. I biglietti sono in vendita da biglietteria (787-792-5000) o alla biglietteria del Palais des Beaux-Arts.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.