I tipi di pesce più sani da mangiare ed evitare

Non è un segreto che il pesce ci fa bene. Non solo è ricco di proteine ​​e povero di grassi saturi, ma è anche ricco di acidi grassi omega-3, che possono ridurre il rischio di malattie cardiache e ictus. Ma alcuni tipi di pesce sono più sani di altri e alcuni sono addirittura pericolosi se mangiati in eccesso.

Benefici di mangiare pesce

Il pesce è ricco di acidi grassi omega-3, vitamina D e selenio. Oltre a proteggere il cuore, aiuta ad abbassare la pressione sanguigna e i trigliceridi, a migliorare la funzione dei vasi sanguigni, a supportare lo sviluppo neurologico pre e postnatale e a ridurre l’infiammazione.

Anche se puoi ottenere omega-3 da integratori di olio di pesce, semi di lino, noci o altri alimenti, il pesce è ancora la fonte migliore.

“Storicamente, il pesce ha sempre fatto parte della dieta dei residenti della zona blu, dove vivono i centenari. La cosa interessante è che le persone in queste regioni mangiano principalmente cibi a base vegetale con piccole quantità di proteine ​​animali, incluso il pesce”, afferma il nutrizionista e nutrizionista Dr. Felicia Stoler.

Anche la preparazione del pesce è importante per la salute. Quando viene fritto, perde il suo valore per la salute. È meglio mangiare pesce bollito o alla griglia, congelato è buono quanto fresco, sottolinea Stoler per “PureWow”, riporta Index.hr.

Pesce malsano che dovrebbe essere consumato con moderazione o evitato

Tutte le specie di pesci e crostacei contengono tracce di mercurio. Sebbene non influisca sulla salute in piccole quantità, è tossico in quantità maggiori. Secondo la US Environmental Protection Agency, l’esposizione al metilmercurio è stata collegata a ritardo dello sviluppo neurologico, perdita della visione periferica, mancanza di mobilità o coordinazione, disturbi del linguaggio e debolezza muscolare.

Le donne incinte che consumano metilmercurio possono esporre i loro figli a problemi neurologici e del sistema nervoso. In grandi quantità, può causare danni permanenti al cervello e al sistema nervoso, avverte l’Agenzia per le sostanze tossiche e il registro delle malattie. L’Agenzia per la protezione dell’ambiente considera persino il metilmercurio un possibile cancerogeno per l’uomo.

Pertanto, dovresti evitare il consumo eccessivo di pesce ad alto contenuto di mercurio, mentre la gravidanza, l’allattamento e i bambini piccoli dovrebbero limitarne completamente l’assunzione. Alcune di queste specie sono lo squalo, il pesce spada, lo sgombro reale e il tonno.

Alcuni dei pesci più sani includono salmone selvatico, sardine, aringhe, trote, sgombri, acciughe e merluzzo. Gli esperti raccomandano di mangiare circa 300 grammi di pesce o frutti di mare a settimana.

Giacinto Udinesi

"Secchione di bacon. Lettore generico. Appassionato di web. Introverso. Professionista freelance. Pensatore certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.