Il miglior cinema internazionale torna nel cortile della Diputación

In un cortile circondato da aranci, e con le stelle come spettatori di lusso, il Cinema estivo della Diputación de Sevilla, “Attenzione al patio”inaugura la sua 26a edizione, che si tiene ininterrottamente dal 1997. Dopo due anni in cui l’organizzazione del ciclo cinematografico è stata sconvolta dalla pandemia, con restrizioni e limitazioni di capienza, questa edizione potrà tornare con assoluta normalità a questo emblematico edificio sivigliano.

Guarda anche: La passione per il cinema si incontra a Cibeles

Il segnale di partenza per questa edizione di “Asómate al Patio” sarà il 1 luglio e proseguirà fino all’11 settembre, con un programma che prevede un totale di 73 giorni di proiezioni. Il leitmotiv quest’anno è #ACinetoche rappresenta la scommessa di questo istituto per il settimo art.

Durante l’evento di presentazione del ciclo, l’assessore provinciale alla Cultura e Cittadinanza del Consiglio provinciale di Siviglia, Alejandro Moyano, ha fatto riferimento a un grande personaggio del cinema, Luchino Visconti, che ha definito il cinema “un artigianato”, per rappresentare la cura e cura di ogni dettaglio nella preparazione di questo festival. Il Cinema estivo di Siviglia Dispone di uno dei più avanzati sistemi di proiezione digitale, che permette la visione di film in alta definizione, oltre ad essere uno schermo con dimensioni maggiori del solito (13,30 cm di larghezza x 7,30 cm di altezza). Anche il suono è di qualità eccezionale.

Come abbiamo sottolineato, l’edizione di quest’anno può finalmente svolgersi normalmente, dal momento che il capacità abituale Prima della pandemia, le 900 piazzole che può ospitare il Patio de los Naranjos, che ha anche un’ambiguità all’interno del patio stesso.

UN FORMATO CHE FUNZIONA

In questo modo viene mantenuta la linea che la Diputación de Sevilla ha definito in termini di format del festival. In questo 2022, #ACineto mantiene l’orario di inizio del film alle 22:15, sebbene le porte si aprano al pubblico dalle 21:30, in modo che l’accesso al sito possa essere effettuato in più fasi ed evitare la folla. Per quanto riguarda il prezzo dei biglietti, è sempre fissato a € 4,00.

Scommettere sulla qualità nella programmazione e per un prezzo accessibile è come il cinema estivo si è affermata come una delle attività più richieste e apprezzate nella programmazione culturale della Diputación. L’accoglienza del pubblico è famigerata, dal momento che in media 500 spettatori vengono ogni giorno per godersi questo spazio. “Si tratta di un riferimento di qualità, per via del suo variegato modello di programmazione, in cui i criteri di qualità hanno la precedenza sul mero commercialismo e che mira a raggiungere il difficile equilibrio tra cinema d’autore, cinema di valore e cinema di intrattenimento”, ha sottolineato. .Moiano.

UN ESPOSITORE DA 10

Un altro aspetto che rende il Cinema estivo di Siviglia una fantastica opzione per le notti estive è la sua programmazione. Da un lato, l’edizione di quest’anno renderà omaggio al grande compositore italiano scomparso due anni fa, Ennio Morriconecon la proiezione, il 17 luglio, del documentario ENNIO IL MAESTROregia di Giuseppe Tornatore, in cui vengono ripercorse la vita e l’eredità del grande compositore italiano e, inoltre, la proiezione del film LA MISSIONEla cui colonna sonora si è occupata anche del genio italiano.

Il compositore si recò infatti più volte nella capitale andalusa, come racconta Moyano: “Nel 1988 fu presente al II Incontro Internazionale di Musica da Film, organizzato dalla Fondazione Luis Cernuda. Fu il primo concerto delle sue composizioni sotto la direzione del M° Morricone in Spagna, con l’Orchestra e Coro Nazionale di Spagna, al Teatro Lope de Vega, e le registrazioni di questo evento sono ancora conservate. Un decennio dopo, nel 1999, ha nuovamente collaborato con la Diputación de Sevilla, per dirigere le sue composizioni al XII Incontro Internazionale di Musica Cinematografica e di Scena, questa volta al Teatro Maestranza e con la Royal Symphony Orchestra di Siviglia. . »

Per quanto riguarda il programma generale, il lunedì sarà dedicato a cinema spagnolo attualela domenica, intanto, alle cinema in versione originale con i sottotitoli in spagnolo e il resto dei giorni feriali sarà concentrato cinema internazionale doppiato in spagnolo, dove convergono film comici, drammatici o thriller.

In questa sezione del cinema spagnolo si possono trovare in #UnPatioDeCine grandi anteprime del panorama cinematografico nazionale, come cinque lupidi Alauda Ruiz de Azúa, vincitore dell’Orso di Berlino di quest’anno, diretto dalla giovane Carla Simón, Alcarrás, o vincitore di Goya nella categoria Miglior film del 2022, Il buon modello.

Per quanto riguarda il cinema internazionale, al cinema estivo della Giunta provinciale saranno proiettati molti dei migliori film stranieri, tra cui diversi candidati all’Oscar. Tra questi, l’ultima premiere di Wes Anderson, La cronaca franceseIl crudo resoconto di Kenneth Branagh del conflitto nordirlandese, Belfast, nominato per il miglior film di questa edizione degli Oscar, La persona peggiore del mondo di Joachim Trier, il remake del musical Storia del lato ovestdi Steven Spielberg, o anche il film biografico dedicato al padre e allenatore delle sorelle Williams, Metodo Williams (non preoccuparti, in questa occasione Will Smith non uscirà per “battere” nessuno).

A questo fantastico cartellone pubblicitario si aggiunge l’iniziativa del Comune di Siviglia, ICAS, in collaborazione con l’Università di Siviglia attraverso il CICUS e la Fondazione Tre Culture, che promuove un ciclo di Cinema gitano: una proposta per una mostra di opere audiovisive prodotte da, per e sulle esperienze dei Rom, che risponda all’esigenza di promuovere la conoscenza della creazione e delle pratiche artistiche dei Rom contemporanei e che ci permetta di situarci nella pratica di promuovere discorsi inclusivi della cultura del diversità, come annunciato da Moyano.

Allo stesso tempo, a Siviglia si svolgono altri cicli cinematografici estivi, esempio di cooperazione culturale tra varie istituzioni della città. Alla Diputación Summer Cinema saranno proiettati due splendidi film, da un lato il polacco PAPUSZAcaratterizzato da un’attenta fotografia, e diretto da Joanna Kos e Krzysztof Krauze, e, dall’altro, il film italiano IN CIAMBRA, di Jonas Carpignano, due film meno noti e poco presenti nei principali canali distributivi.

L’impegno per la settima arte è una realtà nella capitale dell’Andalusia, ed è così che Alejandro Moyano ha voluto chiarire la chiusura dell’evento, sottolineando l’importanza del cinema nella nostra società: “Il Cinema È uno spazio per stimolare la riflessione e l’interesse per le questioni attuali che colpiscono profondamente la nostra società e che rispondono alla sensibilità dei cittadini. Per questo motivo, programmiamo un’ampia varietà di film che trattano aspetti quali: emigrazione, famiglia, adozione, adolescenza, uguaglianza, genere, integrazione, xenofobia, resurrezione del totalitarismo, religione o gruppi di esclusione sociale. Ci proponiamo di scoprire altre culture attraverso i loro film nelle rispettive lingue originali e di confrontarci con la cultura, la società e la politica del nostro tempo, senza trascurare l’umorismo, oggi così difficile e così necessario oggi, e, ovviamente, anche per storie d’amore.

Drina Piccio

"Datopato di Internet. Orgoglioso evangelista della cultura pop. Studioso di Twitter. Amico degli animali ovunque. Comunicatore malvagio."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.