Medesano-PROGETTO 2019 : E SE NOI SIAMO DONNE GIOVANI…

                 LILT  MEDESANO

PROGETTO 2019 :

E SE NOI SIAMO DONNE GIOVANI…

La Delegazione LILT di Medesano ,che conta 300 soci e 25 volontari attivi opera sul territorio dal 1980, mercoledi 6 marzo 2019, alle ore 20.30, presso la Sala civica Romano Gandolfi in via Europa a Medesano, presenta il Progetto(vedi brochure allegata)

PREVENZIONE PER GIOVANI DONNE.

Per quanto riguarda il tumore della mammella, ogni anno 150 donne si sono sottoposte a  visite preventive presso gli ambulatori LILT di Piazza Rastelli.

 Il carcinoma mammario continua ad essere il principale “big killer” tra i tumori che interessano il genere femminile anche se tanto lavoro è stato fatto sulla prevenzione.  Nonostante la incidenza di questa patologia continui, anche se lentamente, ad aumentare, la sua mortalità è in progressiva e costante diminuzione: attualmente la guaribilità del cancro della mammella si è attestata intorno all’85-90% .

Questi risultati sono in buona parte legati ad una sempre più corretta informazione e una maggiore sensibilizzazione verso la diagnosi precoce, che si è rivelata strategicamente determinante per la guaribilità di questo tumore.

Ma si potrebbe arrivare a percentuali ancora superiori se tutte le donne eseguissero regolarmente i controlli senologici previsti nei programmi di diagnosi precoce: infatti il tumore al seno registra un aumento tra le giovani donne  in età compresa tra i 25 e i 44 anni del 30 % circa.  Si tratta di una fascia di età “esclusa” dal programma di screening previsto dal Servizio Sanitario Nazionale.

I tumori diagnosticati in questa fascia di età sono spesso biologicamente più aggressivi, richiedono interventi più devastanti, hanno una maggiore incidenza di recidive locali o metastasi a distanza e si gioverebbero maggiormente di una diagnosi precoce.

Un intervento chirurgico demolitivo e le terapie mediche hanno ripercussioni pesanti sulla donna , sulla sua dimensione privata e sociale,  ma alle giovani donne non sono rivolte campagne di sensibilizzazione, non hanno un programma di screening personalizzato e spesso ricevono una diagnosi tardiva.

 

L’importanza strategica e vitale della prevenzione viene messa in luce da dati ed evidenze che oggi conosciamo molto bene. Sappiamo , infatti, che un tumore al seno per essere messo in evidenza clinicamente impiega alcuni anni, per raggiungere dimensione di 1 cm anche 6 anni, mentre per raddoppiare da un punto di vista volumetrico può impiegare un tempo molto breve: massimo 7 mesi. Una rapida e incontrollabile corsa che può e deve essere arrestata attraverso programmi costanti di prevenzione a cui anche le giovani donne devono essere avvicinate.”(Guida LILT Nastro Rosa 2016)

 

L’obiettivo che persegue la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori è di poter raggiungere “mortalità vicine allo zero” per i tumori alla mammella e, con questo fine, la Delegazione di Medesano intende sviluppare un progetto che si rivolga alle giovani donne in età “pre-screening”.

Obiettivo del progetto: intercettare, informare e sensibilizzare soprattutto le giovani donne.