Italia: carri armati – regalo all’Ucraina | notizia

Italia: sebbene Roma non abbia confermato queste donazioni all’Ucraina, questa settimana è stato detto che tre carri armati presumibilmente diretti in Ucraina dall’Italia sono stati fermati dalla polizia stradale.

L’Italia vede la guerra in Ucraina in un momento critico e si prepara a fornire all’Ucraina nuove armi. Si tratta di carri armati all’avanguardia, simili a quelli donati all’Ucraina da Germania e Paesi Bassi.

Sebbene Roma non abbia confermato queste donazioni all’Ucraina, questa settimana è stato detto che tre carri armati presumibilmente diretti in Ucraina dall’Italia sono stati fermati dalla polizia stradale. I veicoli militari sarebbero stati fermati dalle autorità perché i semirimorchi e i trattori che trasportavano non avevano la registrazione necessaria per consentire loro il passaggio.

In particolare, la Polizia Stradale di Napoli avrebbe fermato tre obici semoventi Tipo 2000 su una strada a pedaggio nel salernitano. I veicoli militari sarebbero stati fermati dalle autorità perché i semirimorchi e i trattori che trasportavano non avevano la registrazione necessaria per consentire loro il passaggio.

I veicoli erano stati inviati da una base militare di Salerno. Il governo italiano ha spiegato che “il trasporto dei mezzi provenienti dalla base militare di Persano a Salerno era a carico di una società privata che, dopo i controlli effettuati, non disponeva dei documenti necessari”.

È ovviamente possibile che il governo italiano intenda distogliere l’attenzione dai suoi piani effettivi per quanto riguarda i veicoli. Tuttavia, è anche possibile che l’Italia abbia in programma di inviare altre apparecchiature e che i moderni obici Panzerhabitze siano diretti in Germania.

Scrivi il tuo commento

Giacinta Lettiere

"Evangelista zombi malvagio. Esperto di pancetta. Fanatico dell'alcol. Aspirante pensatore. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.