Jean-François Ancora (SNCF Voyages Italia): “Lavorare per la sostenibilità ambientale”

Mentre SNCF Voyages Italia (SVI) ha recentemente festeggiato i 10 anni del legame Francia-Italia, intervista al suo amministratore delegato Jean-François Ancora, spinto dal suo impegno per la mobilità sostenibile.

Quale percorso ti ha portato in Italia, alla gestione di SNCF Voyages Italia?

Jean Francois Ancora: Nel 2016 sono venuta in Italia, dove da allora mi dedico alla sostenibilità ambientale. La mia esperienza italiana è iniziata nella gestione di una joint venture franco-italiana con Rail Logistics Europe (dipartimento merci di SNCF) per la parte francese, il cui obiettivo è operare un efficace trasferimento modale nell’arco alpino, spostando il maggior numero possibile di camion su l’Autostrada Ferroviaria Alpina – nell’ottica della riduzione delle emissioni di gas serra. Poi nel 2020 ho avuto l’opportunità di assumere la gestione di SNCF Voyages Italia. Continuamente, l’obiettivo è lavorare per fare più formazione per contribuire a modo mio e al mio livello per migliorare il clima e dare così il mio contributo a preservare il nostro pianeta di fronte ai problemi di inquinamento.

L’impronta di carbonio è anche il messaggio chiave visualizzato in francese e italiano sui nuovi treni TGV INOUI. Perché prendere il treno anziché l’auto o l’aereo?

Il treno è un bene incomparabile. E poiché tutti abbiamo una responsabilità nei confronti dell’ambiente, SVI e TGV INOUI stanno lavorando per comunicare il fatto che stiamo raggiungendo un’alta velocità a basse emissioni di carbonio. Ricorda che il treno emette 50 volte meno CO2 dell’auto e 80 volte meno CO2 dell’aereo. In dieci anni di attività tra Francia e Italia, avvalendosi dei servizi di SNCF Voyages Italia ha risparmiato 1,4 milioni di tonnellate di CO2 non immessa nell’atmosfera.

La vera concorrenza resta l’auto

Visto l’arrivo della competizione lo scorso dicembre sulla tratta Parigi-Milano, qual è la sfida principale per SVI?
La vera concorrenza resta l’auto: 2,5 milioni di auto e circa 100.000 autobus passano ogni anno attraverso i tunnel del Monte Bianco e del Fréjus. Questa clientela ed eventualmente anche i passeggeri regolari dell’aereo devono passare al treno. La nostra sfida più grande è sensibilizzare tutti i cittadini sulla necessità di dare la priorità ai modi di trasporto ecologici di fronte all’emergenza climatica. In altre parole, più ricca è la fornitura di treni, meglio sarà il pianeta.

SNCF Voyages Italia ha appena festeggiato il suo decimo anniversario. Come si è evoluta la SVI in questo decennio?
L’offerta SVI è storica – SNCF Voyages Italia ha trasportato più di 6 milioni di passeggeri tra Francia e Italia in un decennio – ma il treno di 10 anni fa non è ovviamente quello di oggi. La tecnologia, il comfort e la qualità del servizio offerto ai clienti si sono notevolmente evoluti. Di recente, anche i nostri treni sono stati completamente rinnovati per confermare e migliorare i nostri valori di fornire maggiore comfort e servizi per contribuire a un’esperienza di viaggio di successo attraverso un’esperienza a bordo arricchita. Si va dalla qualità dei sedili a più spazio in 1a classe, all’installazione di prese in 1a e 2a classe e all’accesso WiFi gratuito e illimitato durante tutto il viaggio. L’esperienza di un viaggio di successo è anche prendersi cura dei nostri clienti prima e dopo il loro viaggio nel nostro nuovo punto vendita a Milano Garibaldi.

Il TGV Ouigo è ora stabilito in Spagna. Quali sono i tuoi progetti in Italia?
Il progetto in Spagna è ancora agli inizi, ha ancora un grande potenziale di sviluppo!
SVI mira a fornire un servizio ferroviario internazionale, che potrebbe consentire una transizione modale verso una nuova linea internazionale. A seconda dell’esito di eventuali fasi di riflessione e studio, potremmo essere in grado di creare cose nuove per più treni e meno CO2.
Al momento, il nostro progetto principale è mantenere il collegamento internazionale tra Milano e Parigi, fidelizzare i clienti e attirare nuovi e sempre più numerosi clienti!

Come intende procedere nel breve termine SNCF Voyages Italia per raggiungere questo obiettivo?
Ad aprile (dal 11 al 24 aprile) TGV INOUI dedica un momento ai propri clienti su tutte le destinazioni europee con prezzi molto interessanti per partenze dal 9 maggio all’11 ottobre 2022. Sul versante italiano (sei città sono servite da città italiane) , la destinazione di punta resta Parigi con un prezzo di 39 euro in 2a classe.
Sullo sfondo dell’inflazione generale e, in particolare, dell’aumento dei prezzi del carburante, vorremmo posizionarci con queste offerte come un’alternativa al viaggio e dimostrare gli effetti ecologici positivi del viaggio con il TGV INOUI.
Al termine del periodo di pandemia, è anche un’occasione per riscoprire i nostri prodotti e facilitare il ritorno alla vita normale.
Oltre a questa promozione una tantum e sempre con l’intento di fidelizzare i clienti, ci sono anche alcune tessere vantaggi per giovani, adulti o anche anziani, da soli, in coppia o con la famiglia. Le tessere vantaggi sono disponibili tutto l’anno e possono essere acquistate al prezzo di € 49,00 ciascuna, che garantiscono diversi vantaggi, come lo sconto tutto l’anno del 30% sulle tariffe da 1 a 11 anni. La versione “adulto” dà diritto ad un ulteriore sconto del 30% sul prezzo di un eventuale accompagnatore. Inoltre, i clienti della carta Avantage hanno diritto a cambi e rimborsi gratuiti fino a 3 giorni prima della partenza.
In una società sempre più impegnata nella salvaguardia del pianeta, per TGV INOUI è anche un’opportunità per affermare i meriti del treno in termini di viaggio eco-friendly.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.