L’ex controllore Carlos Pólit chiede che la sua cauzione venga ridotta a 11 milioni di dollari per riconquistare la sua libertà | politica | informazione

La difesa dell’ex controllore Carlos Pólit, detenuto negli Stati Uniti nel mezzo di una serie di indagini per riciclaggio di denaro, ha chiesto al tribunale distrettuale della Florida di abbassare l’importo della cauzione per riconquistare la sua libertà.

La Corte ha fissato un importo di 18 milioni di dollari che, per il suo avvocato Fernando Tamayo, è “impagabile”.

Secondo un memorandum presentato da Tamayo davanti ai tribunali nordamericani, i beni di Polit in questo Paese ammontano a 15 milioni di dollari, ma alcune case sono ipotecate.

Pólit si è offerto di consegnare $ 10 milioni in merci e $ 1 milione in contanti. Inoltre, ha indicato che avrebbe accettato di essere posto agli arresti domiciliari e dotato di un braccialetto alla caviglia per il monitoraggio elettronico.

Nella dichiarazione giurata dei beni che Pólit ha presentato al Controllore generale dello Stato alla fine del suo mandato nel 2017, ha affermato di avere un patrimonio di $ 174.942 e passività di $ 966, cioè il suo patrimonio ammontava a $ 173.976.

Il funzionario è accusato di sei conteggi relativi al riciclaggio di denaro derivanti dai 10 milioni di dollari di tangenti ricevuti dalla società di costruzioni Odebrecht e da un funzionario ecuadoriano di Seguros Sucre.

L’avvocato ha detto che l’ex controllore può consegnare anche i passaporti americani e italiani in suo possesso; mentre il passaporto ecuadoriano è già al consolato.

“Il signor Pólit non ha intenzione o mezzo di lasciare gli Stati Uniti. Non puoi tornare in patria senza rischiare la reclusione immediata. Soffre di malattie cardiache e sta subendo una serie di cure mediche regolari”, ha detto l’avvocato.

In Ecuador, Pólit ha un processo in corso nel caso di associazione illecita Odebrecht, in cui l’ex vicepresidente Jorge Glas è già stato condannato.

Ha anche una condanna a sei anni di reclusione per essere l’autore del reato di commozione cerebrale. Questo per chiedere denaro in cambio di gloss sbiancanti dalla società brasiliana Odebrecht. (IO)

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.