L’Italia rifiuta: “Non dobbiamo tollerare nessuna forma di ricatto” – Biz

Roma – “La richiesta russa di pagare il gas naturale in rubli non può essere soddisfatta”.


Fonte: Tanjug

Foto: EPA-EFE / ANGELO CARCONI

Lo ha affermato il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Mayo, dicendo che violerebbe le sanzioni dell’UE.

“Non possiamo pagare in rubli. La Russia ha introdotto un sistema di doppia liquidazione dall’euro al rublo, che è impossibile da accettare perché equivarrebbe a eludere le sanzioni contro la banca centrale (russa)”, ha detto Di. Mayo in un intervista alla radio italiana. 24.

Secondo lui, la Russia ha imposto un embargo “dal punto di vista tecnico”, riferisce Rasha Tudej (RT).

Di Mayo ha anche affermato che il governo italiano sta attualmente lavorando per fornire nuovi canali di approvvigionamento di gas naturale, aggiungendo che il primo ministro Mario Draghi aveva già visitato l’Algeria e prevedeva di negoziare ulteriori consegne con l’Angola e il Congo nel prossimo futuro.

“Sono convinto che l’Italia non deve tollerare nessuna forma di ricatto. Dobbiamo diversificare gli approvvigionamenti, non l’abbiamo ancora fatto, ma dobbiamo farlo”, ha sottolineato.

A marzo, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato che i “paesi nemici” che hanno imposto sanzioni a Mosca devono pagare il gas naturale russo esclusivamente in rubli.

Ciò è stato accolto con una risposta negativa dalla maggior parte degli Stati membri dell’UE. Tuttavia, alcuni paesi, tra cui Ungheria e Slovacchia, si sono dichiarati pronti ad accettare questo metodo di pagamento.

Il Cremlino ha anche lasciato intendere che in futuro tutte le materie prime russe dovranno essere pagate in rubli, aggiunge RT.

Seguici sul nostro Facebook io instagram pagina, Twitter Account e unisciti al nostro Viber Comunità.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.