Martín Guzmán ha presentato agli imprenditori italiani i pilastri della politica macroeconomica argentina

Il ministro dell’Economia, Martín Guzmán, ha partecipato questo mercoledì a un incontro presso l’Ambasciata argentina in Italia con uomini d’affari di aziende italiane con sede in Argentina, dove ha presentato i pilastri della politica macroeconomica e ha sottolineato l’importanza di generare regole del gioco.

Durante l’incontro, organizzato dall’Ambasciatore Roberto Carlés, il capo del Palacio de Hacienda ha descritto la situazione economica argentina nel contesto della pandemia e ha evidenziato le politiche pubbliche a sostegno dei settori più vulnerabili e il capitale organizzativo delle imprese. “Queste politiche hanno consentito al PIL di scendere meno di quanto previsto dalle proiezioni internazionali e la ripresa si sarebbe svolta più rapidamente”, ha affermato Guzmán.

In merito ai controlli sui capitali, il ministro ha spiegato che “l’Argentina cerca una regolamentazione macroprudenziale basata su un regime che incoraggi investimenti reali e scoraggi le condotte speculative a breve termine che tanto danno all’Argentina dal 2018”. In questo senso, Guzmán ha chiarito che “questo obiettivo richiede tempo, e per questo bisogna rafforzare le esportazioni e le riserve del nostro Paese, ma in questa direzione si stanno prendendo importanti misure, come il decreto dei grandi investimenti che comporta flessibilità”.

C’è stato un esempio di domande di uomini d’affari e il ministro insieme all’ambasciatore ha risposto alle preoccupazioni. I presenti hanno ringraziato “lo spazio di dialogo e la presenza di Guzmán” ed hanno espresso le loro “aspettative positive” nei confronti dell’Argentina.

Partecipa all’incontro Luca Peruzzi (Pirelli Neumáticos SAIC); Lorenzo Ghella (Ghella SpA); Davide Meregetti (CMC Ravenna); Michele Crisostomo e Maurizio Bezzecheri (ENEL Traiding Argentina SRL e Edesur SA); società Eni; Alessandro Profumo (LEONARDO SpA Telespazio Argentina SA); Pierfrancesco Latino (SACE); Giovanni Rocca (ferrovia nazionale); Stefano Barcellona (Grupo Paoletti); Guido Guida (Terna – Rete Elettrica Nazionale); e Pietro Salini (Webuild).

Agenda in Vaticano: il Ministro incontra Papa Francesco

Inoltre, oggi il Ministro è stato ricevuto da Papa Francesco nella Biblioteca Privata del Palazzo Apostolico Vaticano. In un incontro durato circa 50 minuti, Guzmán ha presentato al Sovrano Pontefice dell’Argentina le posizioni sulla rinegoziazione del debito con il Fondo Monetario Internazionale (FMI) e sulla strada per affrontare i problemi dell’architettura finanziaria ed economica internazionale. portare a seri problemi sociali, economici e di salute pubblica in tutto il mondo.

Inoltre, Guzmán ha visitato la Cappella Sistina e ha avuto un incontro con il Vescovo Marcelo Sánchez Sorondo, Cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze e della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, e con il Professore ed Economista Stefano Zamagni, Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.

Questo mercoledì il ministro ha in programma anche un incontro a Roma con il suo omologo italiano, Daniele Franco, con il quale discuterà della stabilizzazione dell’economia argentina e del debito con il Fondo monetario internazionale e il Club di Parigi.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.