Maurizio Sarri e il suo resoconto finale di Serie A – Foot11.com

Dopo la debacle italiana contro la Macedonia del Nord, la stampa italiana cerca i colpevoli. Usato come capro espiatorio, Ciro Immobilee ha potuto beneficiare del supporto del suo allenatore. Per Maurizzio Sarri il problema sta nel calcio italiano nel suo insieme. Di più

Sarri si fa avanti per difendere Immobile

Interrogato venerdì in conferenza stampa sulla delusione per la rosa italiana eliminata dal ranking mondiale, Maurizio Sarri ha difeso il suo giocatore e capitano Ciro Immobile. Con 26 gol in 35 partite, l’attaccante della Squadra Azzura è comunque diventato il capro espiatorio della debacle. Una situazione che ha spinto il tecnico della Lazio a difendere il suo giocatore.

Ciro Immobile ha ricevuto il supporto di Maurizio Sarri/Icon Sport

“Diventa il capro espiatorio di questa situazione. Sarei lui, saprei cosa fare ha spiegato l’ex allenatore del Chelsea. Non dovrebbe essere di più. Deve puntare sulla Lazio. Non l’ho trovato giù, mi fido di lui”.. Per il tecnico italiano il problema è molto più profondo…

Per Maurizio Sarri la colpa è del calcio italiano nel suo complesso. Il tecnico della Lazio sottolinea il ritardo che la Serie A ha preso in questi anni rispetto ad altri campionati europei.

Se guardi Premier League e Bundesliga in TV, la Serie A sembra essere indietro di 30 o 40 anni. Quando parlo delle condizioni del sito, passo per qualcuno che non smette mai di lamentarsi. Ma mandare una squadra in un brutto territorio è come mandare un chirurgo che opera con un bisturi arrugginito… Abbiamo pagato per la mancanza di attenzione ai dettagli. »

Maurizio Sarri a Sky Sport Italia

Parole che risuonano alla testimonianza di Fabio Capello dopo l’eliminazione dell’Italia contro la Macedonia del Nord negli spareggi di Coppa del Mondo. Una nuova debacle che fa male agli italiani.

Dico da tempo che stiamo copiando il calcio di Guardiola di quindici anni fa. La Macedonia era fisicamente superiore a noi in termini di dinamismo, forza e determinazione. Tutto è chiaro: finché non capiremo che il modello da copiare è quello dei tedeschi, non andremo avanti. Se vogliamo farlo come gli spagnoli tecnicamente superiori, lo facciamo sempre al 50%. Devi copiare il modello tedesco, con determinazione, gioco verticale e profondità. »

Fabio Capello

Resta da vedere se le parole di questi due tecnici si faranno sentire e se la Serie A sarà effettivamente basata sul campionato tedesco.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.