Ministro della Giustizia: Modificando la Costituzione, la politica sarà esclusa dall’elezione dei giudici

Il ministro della Giustizia Maja Popović ha affermato che le modifiche alla Costituzione serba nella sezione sulla magistratura, su cui i cittadini voteranno in un referendum il 16 gennaio, escluderanno la partecipazione della politica alla selezione di giudici, presidenti di tribunali, pubblici ministeri e vice procuratori generali .

“Lo scopo di questi emendamenti alla Costituzione è quello di stabilire un sistema migliore per la nomina, il trasferimento e la cessazione delle cariche. Ciò consentirà di fondare l’ingresso nella magistratura su criteri di valutazione oggettivi e procedure di equa selezione, e quindi sulla qualità della giustizia sarà migliorato”, ha detto Popović al quotidiano “Politika”.

Popović ha sottolineato che gli emendamenti proposti alla Costituzione rafforzano lo stato di diritto, che si ottiene attraverso l’indipendenza dei giudici e l’indipendenza dei pubblici ministeri.

“Ciò aprirà le condizioni per una protezione migliore e più efficace dei diritti umani, perché lo Stato di diritto si basa su di essi e aumenta la certezza del diritto”. Una maggiore certezza del diritto influenzerà anche l’afflusso di investimenti, in particolare gli investimenti esteri”, ha affermato.

Popović ha affermato che quest’anno, se le modifiche saranno confermate dal referendum, il ministero della Giustizia preparerà una serie di leggi giudiziarie che dovrebbero essere adottate per armonizzarsi con la Costituzione modificata.

Ha aggiunto che sono in preparazione per il 2022 emendamenti alla legge di procedura civile e alla legge sui delinquenti minorenni e sulla protezione penale dei minori.

Parole chiave


Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.