Russare frequente o una malattia grave?

L’apnea ostruttiva del sonno è un grave disturbo del sonno che induce le persone a smettere di respirare per 10 secondi o più. Gli esperti rivelano i segnali di pericolo di questo grave problema di salute e cosa possono fare le persone al riguardo.

Sebbene il russare possa essere un segno importante di apnea ostruttiva del sonno, va notato che quasi tutti noi russamo ad un certo punto della nostra vita per vari motivi come raffreddore, allergie e bevande prima di andare a letto.

“Russare può essere normale e non è nulla di cui preoccuparsi.” Ciò che ci preoccupa è quando il russare diventa forte e rauco ed è punteggiato da pause nella respirazione”, ha detto CNN La specialista del sonno Rebecca Robbins, che lavora presso il Dipartimento di Medicina del Sonno presso la Harvard Medical School.

Si stima che almeno 936 milioni di persone nel mondo soffrano di questo disturbo e molti che ne soffrono non vengono diagnosticati.

Si chiama apnea ostruttiva del sonno perché a differenza dell’apnea centrale del sonno, in cui il cervello occasionalmente salta il corpo per respirare, l’apnea ostruttiva del sonno è causata dal blocco delle vie aeree da parte dei tessuti molli deboli, pesanti o sciolti.

Se non trattata, l’apnea ostruttiva del sonno comporta un alto rischio di ipertensione, malattie cardiache, diabete di tipo 2 o depressione e persino morte prematura.

figure chiave

Il russare è un indicatore importante, ma non uno qualsiasi.

“È un russare forte e scomodo, il tipo di russare che interromperebbe le conversazioni o sarebbe ascoltato attraverso le porte chiuse”, ha detto Dasgupta.

Il forte affaticamento durante il giorno è il principale indicatore di scarso sonno. In combinazione con il russare, può essere un sintomo che indica l’esistenza di questo disturbo del sonno.

“La sonnolenza diurna è uno dei più forti predittori di apnea notturna”, ha detto Robbins.

Molte persone, se non la maggior parte, non hanno idea di russare di notte. Inoltre non sanno come smettere di respirare di notte a meno che il blocco non sia così grave da svegliarsi soffocando. Gli esperti avvertono: se una persona nota che ha difficoltà a respirare mentre dorme, questa è una “bandiera rossa”.

I compagni di letto sono spesso la chiave per rilevare l’apnea ostruttiva del sonno.

“Se noti che il tuo partner ha il fiato corto, tosse o conati di vomito, questi sono tutti segni che il russare potrebbe non essere normale e quindi dovrebbe essere controllato da un professionista”, ha detto Robbins.

Uno dei segni che, combinato con altri segni, indica questo disturbo del sonno è la pressione alta.

L’apnea ostruttiva può portare a pressione alta. Ogni volta che una persona smette di respirare per alcuni secondi, il sistema nervoso simpatico del corpo entra in azione, aumentando la pressione sanguigna. Il corpo rilascia anche ormoni dello stress, che possono anche aumentare la pressione sanguigna nel tempo.

La buona notizia, riporta la CNN, è che i trattamenti per l’apnea ostruttiva del sonno, come ad esempio B. La pressione positiva continua delle vie aeree o CPAP, non solo aiuta con l’apnea notturna, ma abbassa anche la pressione sanguigna.

L’indice di massa corporea è comunemente usato per monitorare il peso corporeo. Per misurare questo indice, gli operatori sanitari utilizzano i dati sull’altezza e sul peso per tenere traccia delle variazioni di peso rispetto all’altezza.

Le persone in sovrappeso o obese spesso soffrono di apnea ostruttiva del sonno perché il peso extra nella bocca, nella lingua e nella gola provoca il collasso di questi tessuti molli, rendendo difficile respirare senza russare.

“La perdita di peso può essere una delle raccomandazioni più importanti per il trattamento dell’apnea notturna”, ha detto Robbins.

Il tono muscolare si indebolisce con l’età, anche nel palato molle e nel collo. Pertanto, le persone con più di 50 anni hanno un rischio potenziale maggiore di questo problema di salute.

Gli studi dimostrano che l’apnea notturna tende ad essere da lieve a moderata nelle persone anziane, mentre le persone più giovani tendono ad avere casi più gravi.

Un’ampia circonferenza del collo, dovuta all’obesità o alla genetica, è anche un indicatore chiave di una possibile apnea ostruttiva del sonno.

Gli esperti sottolineano che gli uomini con una circonferenza del collo maggiore di 43 centimetri e le donne con una circonferenza del collo maggiore di 40 centimetri hanno un rischio maggiore di apnea notturna.

Anche il genere gioca un ruolo. Gli uomini sono a maggior rischio di apnea ostruttiva del sonno. Alcuni dei motivi potrebbero essere che gli uomini tendono ad avere lingue più spesse e più grasso nella parte superiore del corpo rispetto alle donne, specialmente nel collo. Gli uomini hanno anche più grasso addominale, che può rendere più difficile la respirazione in generale.

Tuttavia, gli esperti sottolineano che più casi di questo disturbo vengono registrati nelle donne in postmenopausa.

Se hai cinque o più dei segni di cui sopra, sei maggiormente a rischio di apnea ostruttiva del sonno e dovresti consultare uno specialista.

Giacinto Udinesi

"Secchione di bacon. Lettore generico. Appassionato di web. Introverso. Professionista freelance. Pensatore certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.