Sanremo, Chiara Ferragni condurrà la prima e l’ultima serata con Amadeus

“Chiara Ferragni aprirà e chiuderà la celebrazione martedì 7 e sabato 11 febbraio 2023”, ha riferito Amadeus a Giorgia Cardinaletti, al Tg1 delle 20
Chiara Ferragni dirigerà con Amadeus la prima e l’ultima serata del 73° Festival di Sanremo. La dichiarazione di un simile fantasioso capo al Tg1 delle 20.

“Chiara Ferragni aprirà e chiuderà la celebrazione, nelle notti di martedì 7 e sabato 11 febbraio 2023”, ha riferito Amadeus a Giorgia Cardinaletti, nella sua presentazione al Tg1 delle 20.00. «Sanremo è a febbraio – ha intuito Amadeus – eppure per via della Rai, della promozione Fuortes e del capo Coletta ho ricevuto l’ordine a marzo e mi sono messo al lavoro alla festa: ora è fatta e distribuita la linea guida, io Comincio a prestare attenzione alle melodie giovanili e smisurate, e questa sera il gemellaggio tra Sanremo e il Tg1».

Dopo Chiara, Bono?

Dopo una relazione affidata a Bono Vox, la guida e capo fantasioso ha rimarcato: «Chi non potrebbe aver bisogno di Bono Vox alla celebrazione? Intanto, comunque sia, dovremmo ufficializzare il miglior uomo d’affari avanzato di Sanremo».
In parole povere, Amadeus continua ad andare avanti o più che segna un colpo che l’Ariston desiderava da tempo: Chiara Ferragni sarà la co-conduttrice della prima e dell’ultima notte di Sanremo 2023, il 7 e 11 febbraio.

Dagli Uffizi a Liliana Segre

«Perché Amadeus per avermi creduto vicino dovrebbe aprire e chiudere @sanremorai 2023», il commento di Chiara su Instagram, con la giusta dose di cuore e una fotografia che la ritrae sorridendo vicino ad “Ama”. 35 anni, con più di 27 milioni di devoti, l’uomo d’affari informatizzato che la senatrice Liliana Segre accoglie per visitare il Memoriale della Shoah “perché sa come rivolgersi ai giovani” e al quale il soprintendente degli Uffizi, Eike Schmidt, ha diretto i corridoi delle Gallerie, facendo decollare la quantità di ospiti, ha sconvolto l’universo dello stile – da quando nel 2009 ha fondato il suo blog, The Blond Salad – e non solo, diventando con il suo altro significativo Fedez un modello per i new age che utilizzano avanzato come metodo per corrispondenza, brontolio, affari.

Una vita semplice

A causa dei post su Instagram – e oltre alle docuserie di Prime Video I Ferragnez – della coppia più famosa del web, i tifosi sanno praticamente tutto, dal fervore delle gravidanze allo shock della malattia e dell’attività di Fedez, dall’iniziale passi del piccolo Leone e Vittoria fino agli ultimi oggetti originatori da spedire. Delizie e afflizioni, aspirazioni e cadute, incongruenza e prescienza, abilità e contemporaneità. Una figura che Chiara porterà senza dubbio all’Ariston nella versione che probabilmente si ripromette di essere la più amichevole di tutti i tempi.

La possibile presenza della Ferragni all’Ariston era stata discussa in modo proattivo nel 2016, con l’amministrazione di Carlo Conti (“In questo momento non sono entusiasta di questo tipo di coinvolgimento”, aveva determinato), eppure anche negli ultimi tempi è sempre stata al primo posto nell’elenco delle attività negligenti.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.