sua moglie ha informato del suo stato di salute

A un anno dal grave incidente stradale, l’italiano prosegue il percorso riabilitativo.

Conosciuto per il suo spirito combattivo in pista e nella vita, Alex Zanardi continua i suoi sforzi per ritrovare le sue capacità fisiche e la capacità di esprimersi. In un’intervista pubblicata questo giovedì Sito multimediale BMW – il pilota italiano è ambasciatore del marchio – la moglie, Daniela Zanardi, si aggiorna sullo stato di salute del campione:

“Le condizioni di Alex sono stabili un anno dopo l’incidente. Attualmente è ricoverato in una clinica specializzata in fase di riabilitazione”.

Il 19 giugno 2020 è il destino di Racer è diventato campione paralimpico cadde nuovamente a causa di un grave incidente in Toscana (Italia). Durante l’allenamento su strada, il suo triciclo ha attraversato la corsia di un camion. Ferito da un grave trauma cranico e facciale, Alex Zanardi è stato poi trasportato in elicottero al reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Siena prima di continuare la sua riabilitazione a Padova pochi mesi dopo. Anche Daniela Zanardi ripercorre i progressi fatti dalla campionessa nell’ultimo anno:

“È stato un processo molto complesso che ha richiesto più interventi neurochirurgici ed è stato caratterizzato da un backtracking. Alex è in condizioni stabili, il che significa che è in grado di seguire i programmi per il suo cervello e il suo corpo. Può comunicare con noi, ma non può ancora parlare. Dopo un lungo coma, le corde vocali hanno bisogno di ritrovare la loro elasticità. Questo può essere fatto solo con pratica e cura. Ha ancora molta forza nelle braccia e nelle mani e allenarsi attivamente sulle attrezzature a lui messe a disposizione.

Alessandro “Alex” Zanardi, originario di Bologna (Italia), ha partecipato a 41 Gran Premi di Formula 1 negli anni 90. Ma il suo talento era particolarmente evidente dall’altra parte dell’Atlantico: incoronato doppio campione in CART (1997 e 1998) al volante di Scarlet Reynard di Chip Ganassi Racing. Maestro del sorpasso e selvagge salite con cui l’uomo sigla i suoi successi ciambelle popolari.

L’italiano ha perso entrambe le gambe in un grave incidente durante una gara di ovale al Lausitzring (Germania) nel settembre 2001. Quando è tornato al motorsport grazie a una BMW adattata alla sua disabilità, ha vinto principalmente il campionato nel World Touring Car Championship (WTCC). Convertito allo sport per disabili su un triciclo high-tech, ha vinto Alex Zanardi quattro medaglie d’oro ai Giochi Paralimpici di Londra (2012) e Rio (2016).

Foto: BMW

Continua a leggere auto-moto.com:

Le nostre ultime notizie sugli sport motoristici

Abbiamo provato la Hyundai Veloster di eTCR

A 91 anni diventa il pilota di rally più anziano del mondo

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.