Totó, il ristorante che recupera l’essenza della cucina italiana

Con il marchio Mabel Hospitality; alta cucina, spazi e location esclusivi, eccellenza del servizio e un’esperienza di svago completa grazie al suo impegno per la musica dal vivo quotidiana. Totó, che ha aperto i battenti questo lunedì 7 marzo al numero 38 del Paseo de la Castellana di Madrid, nei locali accanto alla Tatel, si ispira alle ricette mediterranee e italiane degli anni 50 e 60. Una cucina segnata da un’enorme creatività, forzata dalla tempi duri, che hanno permesso la scoperta di nuove tecniche, prodotti e sapori, basati sulle materie prime più tradizionali, e che hanno gettato le basi della cucina italiana di oggi.

Guidati dal prestigioso chef italiano Emiliano Celli (ex chef della Taverna Trilussa di Roma), le ricette di TOTÓ sono caratterizzate dal massimo rispetto del prodotto, che si traduce in un’accurata selezione delle materie prime, puntando sempre su prodotti ecologici e durevoli. , e un’elaborazione delle tecniche più tradizionali. Il risultato è una cucina ricordo piena di profumi, sapori e colori che ti trasporta nell’Italia classica, nella cucina di casa della tua vita. Inoltre, come potrebbe essere altrimenti, Totó ha un’impressionante carta dei vini con riferimenti nazionali e internazionali dove spicca l’offerta vinicola italiana, una delle più complete del Paese.

Ispirato all’età d’oro del cinema italiano degli anni Cinquanta e Sessanta, Totó rende omaggio al protagonista del mitico Cinema Paradiso, che rappresentò l’amore più puro per il cinema del dopoguerra, una delle poche vie di fuga per un società scossa dal conflitto armato. Un’Italia che riaffiora con più forza che mai in ogni modo, compresa la sua grande passione; gastronomia. La cucina e il cinema diventano una delle più grandi distrazioni per dimenticare gli anni passati e affrontare un nuovo futuro pieno di ottimismo.

Il concept Totó è il preludio di uno spazio unico a Madrid, legato alla tendenza globale del “crudo lusso”. Lo spettacolare design del nuovo ristorante è curato da Mabel Design, lo studio di interior design del gruppo Mabel Capital, guidato da Marta Fueyo (ex Soho House Design). Una decorazione in cui risaltano l’illuminazione tenue e calda dei tavoli e materiali nobili, come legno di recupero, travi a vista o stucchi, che sono completati da una selezionata raccolta di fotografie dell’Italia degli anni ’50. una stanza imponente e calda di oltre 600 mq, che comprende spazi riservati, uno scenografico bar aperto sulla cucina e un palco centrale, presieduto da un pianoforte, per godersi il suo programma quotidiano di musica dal vivo.

Totó recupera l’essenza della cucina tradizionale italiana che pone le basi di oggi, e il suo spazio, il luogo dove, intorno a una tavola, si può dimenticare per qualche ora il mondo. La cucina di souvenir e la musica dal vivo quotidiana fanno di Totó il luogo ideale per godersi non solo il pranzo o la cena, ma anche un aperitivo intorno al suo spettacolare bar. Tutto questo senza dimenticare la sua carta dei drink che comprende, dai cocktail e distillati più classici, alle scommesse più audaci di ispirazione mediterranea.

Commenti0WhatsAppFacebookFacebookTwitterTwitterLinkedInLinkedIn

Lino Siciliani

"Guru del cibo. Tipico evangelista dell'alcol. Esperto di musica. Aspirante sostenitore di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.