Una versione femminile potrebbe apparire già nel 2023

Il boom del ciclismo professionistico femminile è innegabile. Mentre il Giro delle Fiandre offre una corsa femminile dal 2016, Liegi-Bastogne-Liegi è seguita nel 2017, quando la Parigi-Roubaix ha fatto vagare il gruppo femminile per le strade acciottolate del nord dal 2021. A questo si aggiunge la rinascita di un vero Tour de France femminile quest’anno, la cui prima tappa si svolgerà il 24 luglio nel cuore di Parigi come preludio alla tappa finale della gara maschile. Per la stagione 2023, invece, un altro Cycling Monument potrebbe schierare una versione femminile. Infatti il ​​presidente di RCS Sport, la società che organizza le più importanti gare italiane, Paolo Bellino, ha confermato sulla stampa del suo Paese la volontà di creare una Milano-Sanremo da inserire nel calendario dell’UCI Women’s World Tour. “Stiamo lavorando per lanciare una Milano-Sanremo al femminile”, ha detto quest’ultima. Penso che sia un memoriale di primavera che dovrebbe essere organizzato sia per gli uomini che per le donne”.

Il Giro come prossimo passo?

Non a caso, mentre la ‘Primavera’ è la gara più lunga del calendario maschile con 293 km prima che Matej Mohoric vincesse la Via Roma lo scorso marzo, la controparte femminile non offrirà una sfida così estrema. “Ovviamente non su una distanza così lunga, ma stiamo già lavorando per aprire un’edizione il prossimo anno”, ha aggiunto Paolo Bellino. Sarebbe la stessa giornata degli uomini e lo stesso format delle Strade Bianche donne. Quest’ultima, vinta da Lotte Koecky a marzo, ha percorso una distanza di 136 chilometri. Ma i piani di RCS Sport per il ciclismo femminile potrebbero non fermarsi qui. Mentre il Giro ha una controparte femminile dal 1988, la sua organizzazione è opera della Federazione Ciclistica Italiana. “Stiamo discutendo con l’associazione nazionale per scoprire le possibilità di cooperazione. La mia intenzione è di definire qualcosa entro giugno, ha ribadito Paolo Bellino. Penso che avrete buone notizie riguardo a questo evento nei prossimi mesi. Il responsabile di RCS Sport non nasconde che l’ambizione dell’ASO per il Tour de France femminile sia motivo di motivazione per questo progetto.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.