L’agente Mino Raiola dichiarato morto dai media, twitta lui stesso il suo dispiacere

Il famoso agente di calcio Mino Raiola è “furioso” che i media hanno annunciato la sua morte giovedì, a “notizie false” denunciato dall’italiano e dal suo entourage.

“Stato di salute attuale, per chi se lo chiede: arrabbiato. Per la seconda volta in quattro mesi mi hanno ucciso. Sembrano anche in grado di rianimarmi”.si legge sull’account Twitter dell’agente 54enne poco dopo che la sua morte è stata annunciata da molti media italiani, tra cui il Gazzetta Dello Sport.

AFP è stata anche negata l’informazione dai suoi rappresentanti: “Mino non è morto, questa è una fake news”hanno detto, senza fornire dettagli sulle sue condizioni o dove si trovasse.

L’agenzia di stampa italiana ANSA ha riportato i commenti di Alberto Zangrillo, capo della terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele vicino a Milano, secondo cui Raiola stava combattendo per la sua vita.

“Sono indignato dalle chiamate di pseudogiornalisti che speculano sulla vita di un combattente”ha detto Zangrillo all’ANSA.

Mino Raiola, che gestisce in particolare gli interessi di Erling Haaland, Paul Pogba e Zlatan Ibrahimovic, ha annunciato il 12 gennaio di aver speso “esami medici che richiedono anestesia”. “Esami programmati, nessun intervento urgente”‘ disse l’agente.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.