L’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi dovrà comparire in tribunale

La Procura di Firenze ha formalmente confermato l’accusa nei confronti di Mateo Renzi per finanziamento illecito di partiti politici, il che significa che l’ex presidente del Consiglio italiano dovrà comparire in tribunale.

Renzi è accusato di aver ricevuto illegalmente denaro attraverso la Fondazione Open, che ha finanziato la sua ascesa da sindaco di Firenze a primo ministro italiano e leader del Partito Democratico, riferisce Politico.

Renzi, intanto, ha fondato il nuovo partito Italia Viva.

Oltre a Renzi sono stati denunciati diversi parlamentari, uomini d’affari ed ex presidente della Open Foundation, tutti accusati di finanziamento illecito di partiti politici, corruzione, riciclaggio e abuso di potere.

Nell’indagine del pubblico ministero sono coinvolte anche quattro società, tra cui la British-American Tobacco Italy.

L’atto d’accusa sostiene che la Fondazione Open ha agito come se facesse parte del Pd e ha fornito tre milioni e mezzo di euro, che sono stati utilizzati per finanziare l’attività politica di Renzi e dei suoi colleghi.

L’udienza preliminare è fissata per il 4 aprile, quando il giudice deciderà se accettare l’atto d’accusa.

Renzi ha più volte affermato che l’Open è una fondazione, non un partito, e che non esistono finanziamenti illegali.

“Il processo inizierà finalmente in tribunale, non sui media. Ciò significa che gli italiani vedranno quanto siano infondate le accuse e quanto siano oltraggiosi i metodi utilizzati dai pm di Firenze”, ha detto Renzi.

Ha sottolineato di aver sporto denuncia contro tre pubblici ministeri e ha sottolineato che uno di loro aveva precedentemente tentato senza successo di perseguire anche i suoi familiari.

“So di non aver commesso alcun reato e spero che quei pm di Firenze possano dire lo stesso”, ha detto Renzi.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.