Dopo 11 anni, il Milan ha battuto il Sassuolo 3-0 e ha vinto ancora una volta la Serie A italiana

Rafael Leao festeggia il terzo gol della sua squadra con cui Franck Kessie ha convertito (REUTERS/Alberto Lingria)

La serie A è giunta al termine e questa domenica è stata una giornata emozionante, in cui è stato definito il suo campione. Come condimento aggiuntivo nel offerta per lo Scudole due squadre arrivate con possibilità matematiche nell’ultima partita lo erano Milan e Inter. Sì, gli insiemi che formano il Il derby della Madonnina. Il rossoneroha superato la competizione con 83 punti, ha visitato il Sassuolo, mentre il Nerozzurro hanno ospitato la Samp e hanno iniziato la loro partita con 81 punti. Il Milan ha vinto e conquistato il suo 19° titolo (ha raggiunto il suo classico rivale ed era 17 dietro la Juventus, la grande vincitrice). Dalla stagione 2010/2011 non vince lo scudetto.

SASSUOLO-MILANO 0-3

Il Milan ha battuto il Sassuolo 3-0 e di nuovo ha vinto uno scudetto dopo 11 anni. Inoltre, ha tagliato la siccità del titolo (l’ultima è stata la Supercoppa Italiana 2016) grazie a artisti del calibro di Theo Hernandez, Rafael Leao, Sandro Tonali, Franck Kessie (avrebbe accettato tutto per trasferirsi al Barcellona) e Olivier Giroudtra gli altri.

Il suo rivale, il Sassuolo, squadra che non aveva più la possibilità di raggiungere le posizioni che gli consentivano un posto nelle competizioni europee la prossima stagione, aveva Massimo Lopez (progettato da Roma), Giacomo Raspadori, Domenico Berardi e Gianluca Scamacca come alcune sue figure.

Fin da subito la squadra rossonera ha mostrato le sue credenziali e l’obiettivo di liquidare il campionato. Ha controllato le azioni ed è entrato in pausa con un 3-0 con due gol da Olivier Giroud (’17 e ’32). Il primo dopo uno straripamento di Raffaele Leao e dopo aver ricevuto in box il francese ha definito un’inversione di marcia. Poi lo stesso Leão ha vinto un pallone dopo aver premuto Gianmarco Ferraritoccato in mezzo e ancora una volta l’attaccante gallico è apparso per allargare il divario.

Successivamente il Sassuolo ha continuato con i suoi problemi in secondo piano, Rade Krunic ha rubato un’altra palla, ha toccato per Leão che ha aiutato ancora e in questo caso Frank Kessi (’36) è arrivato terzo.

Il predominio in gioco e il risultato sono continuati per il Milan e non è stato complicato dall’Inter che ha vinto con lo stesso risultato. Ha anche avuto la possibilità di segnare il quarto grazie all’ingresso Zlatan Ibrahimovicchi ha segnato un colpo di testa libero, ma quando Leo aiutato dai portoghesi era in posizione avanzata e la conversione dello svedese fu annullata. L’attaccante veterano di 40 anni è tornato a giocare pochi minuti dopo l’infortunio.

Negli ultimi minuti il ​​Milan ha continuato a controllare e potrebbe anche segnare un altro gol, ma il suo nuovo titolo era scontato. La vittoria ha confermato la sua consacrazione ed è tornato a festeggiare dopo undici anni in Serie A.

Corsi di formazione:

Stadio: Città degli Habs

Arbitro: Daniele Doveri

Televisione: ESPN3

INTER-SAMPDORIA 3-0:

Da parte sua il L’Inter batte 3-0 la Samp, ma non bastava per battere il suo classico rivale nella lotta per il titolo, poiché la vittoria del Milan rendeva sterile ogni possibilità. Ha però salutato il pubblico di casa con una grande partita, iniziata nel secondo tempo in cui l’attaccante della squadra argentina, Joaquín Correa, ha fatto un ottimo lavoro e mezzo doppio.

Nei primi 45 minuti i neroazzurri provano a rompere lo zero, ma trovano buona resistenza da parte del cast genovese. Ha dovuto aspettare il plug-in quando ha aperto il segnalibro tramite Ivan Perisic (’49) ei due gol di Cintura (’55 e ’57). Nel primo dei suoi gol l’uomo di Tucuman ha definito il suo posto e nel secondo ha tenuto duro in area dopo alcuni hook e ha concluso cross.

La vittoria non è bastata al campione uscente per riconvalidare il suo campionato vinto la scorsa stagione. Anche se ha la motivazione per essere una delle quattro squadre italiane che giocheranno la prossima edizione della Champions League con Milan, Napoli (3°) e Juventus (4°).

Corsi di formazione:

Stadio: Giuseppe Mezza

Arbitro: Marco Di Bello

Televisione: ESPN Extra

Tabella delle posizioni:

CONTINUA A LEGGERE

Ufficiale: Kylian Mbappé ha rifiutato il Real Madrid e continuerà al PSG
Il campionato spagnolo denuncerà il PSG per il rinnovo di Mbappé: l’esplosivo comunicato
Indignazione in Spagna perché Mbappé ha bocciato il Real Madrid: ‘Insulto al calcio’
Dopo l’annuncio di Mbappé, il Paris Saint Germain di Messi ospita il Metz nell’ultima partita di Di María

Drina Piccio

"Datopato di Internet. Orgoglioso evangelista della cultura pop. Studioso di Twitter. Amico degli animali ovunque. Comunicatore malvagio."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.