Modi per contrarre il vaiolo delle scimmie

Le dee scimmia sono apparse in Europa e in America. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) chiede varie misure in vista dell’insolita diffusione, ma non vede motivo di preoccupazione.

Il vaiolo è una malattia rara causata da un virus. Come il vaiolo, appartengono alla categoria virale, sebbene il vaiolo delle scimmie causi forme più lievi della malattia. È una zoonosi virale, nel senso che viene trasmessa dagli animali all’uomo e poi da uomo a uomo.

Come puoi essere infettato?

Il vaiolo si diffonde attraverso uno stretto contatto. Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), ciò significa che può essere trasmessa attraverso la pelle rotta, le vie aeree o le mucose come occhi, naso o bocca. I modi più comuni per contrarre il vaiolo delle scimmie sono:

– da grosse goccioline respiratorie

“Le goccioline trasmesse nell’aria richiedono un contatto diretto prolungato”, ha affermato il CDC.

– contatto diretto con fluidi corporei o lesioni

– Contatto con indumenti o biancheria da letto contaminati

Il CDC ha avvertito che mentre chiunque può contrarre il vaiolo delle scimmie, la malattia si sta diffondendo tra gli uomini gay e bisessuali in tutto il mondo. Ma il vaiolo non è una malattia a trasmissione sessuale.

“Chiunque può trasmettere il vaiolo delle scimmie attraverso il contatto con fluidi corporei, ferite o goccioline respiratorie in prossimità di qualcuno”, ha affermato il dott. John Brooks, Chief Medical Officer della Divisione di prevenzione dell’HIV/AIDS del CDC.

I sintomi del vaiolo delle scimmie

Le persone con vaiolo delle scimmie possono sviluppare febbre o ingrossamento dei linfonodi. Mal di testa, affaticamento e dolore muscolare sono sintomi comuni.

Uno dei segni caratteristici dell’infezione è un’eruzione cutanea sul viso o sul corpo che si trasforma in noduli grumosi che si trasformano in vesciche, scrive Eat This, Not That, riporta N1 Zagreb.

Le persone con vaiolo delle scimmie sono considerate le più contagiose quando hanno un’eruzione cutanea. La malattia può durare da due a quattro settimane e la maggior parte delle persone guarisce senza cure. Il periodo di incubazione può durare da sette a 14 giorni, secondo il CDC.

Una persona con vaiolo delle scimmie può essere contagiosa dal giorno prima della comparsa di un’eruzione cutanea fino a 21 giorni dopo la comparsa dei sintomi.

Giacinto Udinesi

"Secchione di bacon. Lettore generico. Appassionato di web. Introverso. Professionista freelance. Pensatore certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.