Eurovision: hacker russi hanno cercato di danneggiare l’organizzazione con molteplici attacchi – Financial Post

le sue luci visione dell’euro a Torino furono spazzati via con la tanto attesa e simbolica vittoria dell’Ucraina e della Kalush Orchestra. Ma sembra che il russi Hanno fatto il possibile per suscitare problemi all’interno dell’organizzazione, dove sono stati sollevati gli slogan contro la guerra, e hanno reclutato gli eserciti noto-sconosciuto dei loro hacker.

La polizia italiana, infatti, ha annunciato oggi di averle più volte localizzate e prevenute attacchi informatici dai team di hacker filorussi, sia durante la prima semifinale, svoltasi il 10 maggio e alla quale hanno preso parte l’Ucraina (oltre alla Grecia), sia ovviamente durante il gran finale dell’evento di ieri.

Secondo la polizia italiana, la squadra speciale a loro disposizione contro gli attacchi informatici è stata in allerta ed è riuscita a bloccare con successo gli attacchi successivi all’infrastruttura e alla rete dell’evento. Gli attacchi sono stati effettuati principalmente dal gruppo “Killnet” e dal gruppo “Legion”, che sono legati alla Russia.

Allo stesso tempo, la polizia ha monitorato i canali filo-russi sui social media e su Telegram per prevenire incidenti.

L’agenzia di stampa italiana ANSA ha riferito in un rapporto dell’11 maggio che il team di Killnet era responsabile di una serie di attacchi a siti web di istituzioni italiane come il Senato e gli Istituti Nazionali di Sanità. Forse perché non è riuscito a raggiungere il suo obiettivo principale di causare problemi all’Eurovision e profilare l’Ucraina nel concorso di musica popolare.

La Russia, ovviamente, nega ufficialmente qualsiasi coinvolgimento in tali attacchi informatici che sono stati registrati in molti governi e istituzioni occidentali e, naturalmente, in Ucraina dall’inizio della guerra.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.