lusso, spettacolo e politica nell’Italia “influencer”.

Notizie correlate

Social network, sfilate, album, pubblicità, successi estivi, programmi televisivi. È molto difficile per qualcuno in Italia non conoscere l’influencer Chiara Ferragni e suo marito, il rapper fedez: insieme o separatamente. Elle, imprenditrice e modella di 34 anni; lui, un musicista di 32 anni. Quando hanno iniziato la loro relazione cinque anni fa, ha attirato molta attenzione per il suo impatto nel mondo delle celebrità e per la provenienza da mondi opposti.

Lei, una ragazza di famiglia benestante; lui, un ragazzo anonimo che, nel tempo, è riuscito a trovare il suo posto nel mondo della musica transalpina basata sui successi. La nascita dei loro due figli, Leone e Vittoria, è finalmente giunta al termine l’immagine modaiola della famiglia sui social network, dentro e fuori l’Italia.

Nel tempo, la rilevanza e l’impatto mediatico di Chiara Ferragni e di suo marito, Fedez, hanno trasceso la loro popolarità digitale misurata dalla metrica dei follower sui social network come Instagram. Negli ultimi anni i Ferragnez sono diventati protagonisti abituali dei media italiani in relazione a molte questioni politiche: coronavirus, omofobia, censura e diritti civili in genere.

A tutto questo, per tutto questo autunno, bisogna aggiungere due novità importanti per i Ferragnez: pochi giorni fa, la notizia dell’acquisizione, da parte di Fedez, di un patrimonio legato alle prossime elezioni politiche in Italia del 2023; e il primo di una docurealità, con il titolo il Ferragnezche andrà in onda nelle prossime settimane sulla piattaforma Amazon Prime Video.

Una delle notizie più sorprendenti in relazione all’influenza politica che Fedez e Ferragni intendono esercitare nel panorama mediatico transalpino; avvenuta qualche giorno fa, quando si è saputo dell’acquisizione, da parte del rapper, del dominio fedezelezioni2023.it, il che fa pensare che il musicista non esclude di candidarsi alle prossime elezioni legislative. Sondaggi che, in caso di chiusura della legislatura, si svolgeranno nella primavera del 2023.

Dopo aver appreso di questa novità, la domanda sui media transalpini è stata: è una strategia politica o commerciale? L’idea che Fedez si candiderà probabilmente alle prossime elezioni legislative italiane: è così traduci la tua notorietà in elettori o per avere ancora più follower sui social network?

Questa domanda ha acceso un ampio dibattito sui principali giornali del Paese a forma di stivale, in un clima in cui celebrità, lusso, intrattenimento, social media e politica sono ingredienti dello stesso piatto unico: la visibilità, fine a se stessa, al servizio di molteplici cause simultanee. E che questi, inoltre, sono redditizi sia economicamente che ideologicamente.

Chiara e Fedez con i loro figli.

Che peso elettorale potrebbe avere un partito fondato dal rapper Fedez?

Secondo il parere del prestigioso e noto esperto di sondaggi d’opinione italiano Renato Mannheimer, potrebbe pesare un partito politico creato da zero dal musicista milanese “10%” dell’arco politico parlamentare transalpino con la prospettiva di nuove elezioni legislative, al più tardi, nel marzo 2023. Dove poteva ottenere questi voti? Non tanto all’interno del Partito Democratico (PD), l’equivalente del PSOE in Italia; ma nel Movimento 5 Stelle (M5E), formazione anti-establishment che attualmente sta vivendo i tempi morti, ma che è nata più di dieci anni fa per rigenerare la tradizionale “vecchia politica”.

“L’iniziativa di Fedez è interessante perché ha molti followers sui social”, spiega l’esperto di sondaggi Mannheimer attraverso alcuni commenti raccolti su media transalpini come Libero. “Può attirare molto consenso e riempire uno spazio politico vuoto. Dice cose facili da capire, populiste e che portano alla protesta.

E aggiunge: “Ovviamente non tutti i follower sui social diventeranno elettori, ma una parte significativa di loro lo farà. Tutto dipenderà da ciò che dice e da ciò che fa. Anche se Mannheimè Per lui è difficile per Fedez appartenere a un dirigente italiano, ritiene che l’ingresso del rapper in politica non sarebbe “strano da immaginare”.

La produzione audiovisiva di Chiara Ferragni e Fedez non conosce pause. Il 9 dicembre, la coppia di influencer sarà presentata in anteprima una nuova serie di realtà sulla sua vita, il Ferragnez, attraverso otto capitoli che saranno trasmessi sulla piattaforma Amazon Prime Video. Non è la prima volta che Fedez e Ferragni sono protagonisti dei contenuti offerti dalla multinazionale americana. In altre occasioni Ferragni ha recitato nel suo stesso documentario, Chiara Ferragni Inedito, in cui racconta la sua vita quotidiana e il suo percorso che le ha permesso di passare da fashion blogger a una delle più grandi influencer del mondo con 25,4 milioni di follower su Instagram. Fedez, dal canto suo, oltre a presentare la versione italiana di LOL: Se ridi, perdi; A fine novembre pubblicherà un nuovo album.


Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.