Scoprono un tesoro con migliaia di monete romane in un bagno in Italia

Roma, 4 ago (EFE).- Gli scavi nelle antiche terme di San Casciano nell’Italia centrale hanno portato alla scoperta di un tesoro sacro con migliaia di monete romane e figure votive “uniche” nel Mediterraneo”, come hanno annunciato oggi gli archeologi.

Da tre anni gli storici scavavano nelle antiche terme di questa città in provincia di Siena, ancora oggi famosa per le sue acque termali e le sue terme.

L’esplorazione ha portato prima alla ricostruzione di queste terme, fondate dagli Etruschi poi trasformate dai Romani in un complesso monumentale dedicato alla ricreazione ma anche al culto degli dei.

Per questo nelle sue acque è stato rinvenuto un “tesoro sacro”, costituito da innumerevoli oggetti e offerte alla divinità, tra cui circa 3.000 pezzi in perfette condizioni perché non messi in circolazione, ma offerti appena liberati . coniato a Roma. .

Sono apparse anche alcune rappresentazioni del corpo umano in bronzo che gli antichi romani dedicavano agli dei per chiedere la guarigione di qualche malattia.

Tra questi oggetti sono apparsi una gamba, un pene e un orecchio, quest’ultimo appartenente a un certo Aulo Nonnio che ha voluto ringraziare la sua guarigione, ha spiegato ai media Giacomo Pardini, esperto dell’Università di Salerno (sud).

Oltre a un utero in bronzo di epoca tardo repubblicana a Roma, I secolo aC, già utilizzato come amuleto della fertilità.

Il ministro ad interim della Cultura, Dario Franceschini, ha definito la scoperta “veramente eccezionale” e ha promesso la creazione di un “luogo espositivo” per ospitare queste spoglie, in dichiarazioni all’Ansa.

Dal canto suo, l’archeologo Jacopo Tabolli ha sottolineato che si tratta di “un contesto senza eguali in Italia e nel Mediterraneo antico”.

Drina Piccio

"Datopato di Internet. Orgoglioso evangelista della cultura pop. Studioso di Twitter. Amico degli animali ovunque. Comunicatore malvagio."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.