Ultimo minuto della guerra in Ucraina, in diretta | La Russia denuncia l’attacco alla fabbrica di missili a Kiev | Internazionale

La guerra è presente nella “via crucis” papale a Roma sotto le proteste ucraine

Due donne, una russa e l’altra ucraina, hanno tenuto la croce questo venerdì nella tradizionale “via crucis” celebrata dal Vaticano nel Colosseo romano, alla presenza di papa Francesco. Albina e Irina, “amici e colleghi” secondo l’organo della Santa Sede Notizie vaticaneha partecipato alla tredicesima stazione, in cui si ricorda la morte di Gesù Cristo sulla croce.

La decisione papale di includere nel programma donne di entrambi i paesi è stata accolta con indignazione dall’Ucraina. Il principale arcivescovo della Chiesa greco-cattolica ucraina (parte della Chiesa cattolica) Sviatoslav Shevchuk, ha affermato in una dichiarazione martedì che l’idea è “prematura, ambigua e non tiene conto del contesto dell’aggressione militare russa”. El embajador ucranio ante la Santa Sede, Andrii Yurash, afirmó ese mismo día en su cuenta de Twitter “hear y compartir la preocupación general ante la idea” y señaló que estaba “trabajando en el asunto intendendo spiegare le difficoltà della realizzazione e della possibilità conseguenze”. Media ucraini, secondo il quotidiano italiano La Repubblicaha boicottato l’evento, compresi quelli rivolti al pubblico cattolico (che è una religione minoritaria in un Paese a maggioranza ortodossa).

Alla fine, le due donne erano presenti al la via della croce, ma il testo previsto nel programma iniziale, che terminava con “Parla in silenzio di morte e divisione e insegnaci a fare la pace, ad essere fratelli e sorelle, a ricostruire ciò che le bombe volevano distruggere” , è stato rimosso. Nella sua dichiarazione, l’arcivescovo maggiore Shevchuk ha affermato che il testo e i gesti previsti erano “incomprensibili e persino offensivi”. Infine, lo que constaba en el programa ha sido sustituido por un texto mucho más breve: “Frente a la muerte, el silencio es más elocuente que las palabras. pace nel mondo”.

Dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio, il papa ha ripetutamente mostrato il suo rifiuto della guerra e delle sue conseguenze, ma ha evitato di menzionare direttamente la Russia e il suo presidente, Vladimir Putin. (PAESE)

Nella foto di Guglielmo Mangiapane per Reuters, le due donne reggono la croce nella Via Crucis pontificia del Colosseo romano.

Arduino Genovesi

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.